Medaglie e titoli a volontà per gli atleti del Canottaggio gialloblù.
Gli aziendali sono stati protagonisti a Varese dove, ieri e oggi, si è svolta la prima edizione del “SuperCampionato” che ha raggruppato le Categorie Ragazzi, Under23, Senior e Assoluti.
Gli atleti di Fabio Poletti hanno conquistato due Specialità importanti – il Singolo Pesi Leggeri Assoluto e Under23 – oltre a un fantastico Doppio Junior, in una competizione molto stressante per gli atleti per le inedite modalità di svolgimento dovute al Covid.

I risultati
La scia positiva è iniziata con Matteo Tonelli che, venerdì, ha conquistato il primo oro del weekend, aggiudicandosi il titolo Under23 nei Pesi Leggeri.
Un risultato d’eccezione che ha inaugurato gli altrettanto ottimi risultati di oggi, quando si è potuto gioire per un podio per la maggior parte gialloblù: una seconda medaglia è stata agguantata sempre da Tonelli, che infatti può vantare anche un bel terzo posto nel Singolo Pesi Leggeri, dietro a Giulio Acernese (CC Roma) e al nostro Matteo Mulas, che ha conquistato il Titolo italiano.
L’esperienza e la tenacia hanno portato Mulas ad un nuovo brillante risultato, segno inequivocabile di quanto il grande lavoro fatto paghi.
Stamattina, però, i primi applausi sono arrivati per Lorenzo Pecorari e Francesco Pallozzi che si sono aggiudicati il primo posto nel Doppio Junior con il tempo di 6.45.08.
“Il loro – afferma il tecnico Fabio Poletti – è stato un vero e proprio capolavoro, considerando i mesi di stress e difficoltà che hanno attraversato, e io con loro”. Lorenzo e Francesco, infatti, avrebbero dovuto partecipare agli Europei in Serbia e, per questo, si erano preparati rispettivamente a Torino e Genova nell’Otto e nel Doppio. Poi, a cinque giorni dalla partenza, la Federazione ha comunicato che l’Italia non avrebbe partecipato: “E’ stata una grande delusione – continua Poletti – ed è stato molto complicato rimettere in barca due atleti stressati e stufi dopo un’estate piena di sacrifici. Rimetterli insieme dopo gli allenamenti con altri compagni e riportarli a questi livelli non è stato facile. Però, io ci credevo e ci speravo perché sono tra i migliori Junior italiani in questo momento”.

Le giovani leve
“Non voglio dimenticare – conclude Poletti – chi non è arrivato in medaglia ai Campionati Italiani, a cui abbiamo partecipato come CLT con altri due Doppi: quello dei Ragazzi con Sebastiano Renzi e Davide Capanna che hanno perso la possibilità di andare in finale per pochissimo, arrivando quarti in semifinale stravincendo la Finale B, oltre a partecipare – uscendo in semifinale – al Campionato italiano Junior, pur essendo Ragazzi.
E poi, il Doppio Femminile Junior con Maddalena Virili e Desire Claudiani che hanno ben figurato nel Doppio Under23 e anche in Finale nel Doppio Junior Femminile. Tutti e quattro hanno fatto bellissime gare e stanno crescendo tantissimo. Oltre ai risultati, infatti, c’è anche un lavoro estivo che ci porta a ben sperare per il prossimo anno: è importante vincere, ma è altrettanto importante creare il dopo e il CLT lo ha sempre fatto. Voglio ringraziare la Società, per non farci mancare nulla, il Presidente Giovanni Scordo, il Consiglio e i collaboratori del CLT che ci danno sempre una grande mano”.